venerdì 15 marzo 2013

Autoproduzione Aceto Casalingo

AUTOPRODUZIONE ACETO CASALINGO



 La preparazione casalinga dell'aceto permette di avere a propria disposizione dell'aceto di vino o dell'aceto di mele di ottima qualità e di provenienza certa. Saremo noi infatti a scegliere le materie prime a partire dalle quali dedicarci alla preparazione di tale noto alimento, utilizzato come condimento, ma al quale sono attribuite numerose proprietà benefiche, ancora di più per quanto riguarda l'aceto di mele.

Come preparare la madre dell'aceto
In entrambi i casi, aceto di vino ed aceto di mele permetto svariati utilizzi alternativi a quelli alimentari,ad esempio per quanto riguarda la pulizia della casa e la cura della persona. Per poter preparare l'aceto di vino in casa è innanzitutto necessario ottenere la "madre". Sarà dunque necessario versare in un recipiente ampio, preferibilmente di terracotta, 1 litro di vino;la cui gradazione alcolica dovrà essere attorno ai 10-12 gradi. Al vino dovranno essere aggiunti 250 millilitri di aceto di buona qualità. Il tutto dovrà essere richiuso con un tappo di sughero e lasciato riposare per due settimane, ricordando di aprire il recipiente e di lasciare arieggiare il suo contenuto per 30 minuti al giorno. Trascorso il tempo stabilito, si sarà formata una sostanza vischiosa sul fondo del contenitore. Si tratta della madre dell'aceto. Una parte della madre potrà essere prelevata e utilizzata per la preparazione dell'aceto stesso.

Come fare in casa l'aceto di vino

La temperatura ideale per la fermentazione dell'aceto e per la conservazione della madre è di circa 28-30° C. La preparazione casalinga dell'aceto di vino sarà dunque facilitata nel corso dei mesi estivi. Per facilitare la fermentazione, è possibile aggiungere alla preparazione della mollica di pane, ricordandosi di filtrare in seguito l'aceto, prima dell'utilizzo. Una volta prelevata la madre dell'aceto dal contenitore utilizzato per la sua preparazione, è possibile eliminare la sua parte inferiore, che risulta di solito meno attiva. Per la preparazione casalinga dell'aceto di vino vi occorreranno: - Una damigiana
- Madre dell'aceto
- 2 litri di vino di gradazione 10-12
La damigiana da utilizzare dovrà avere una capacità superiore ai 2 litri. Utilizzare una damigiana è vantaggioso poiché permette di proteggere il vino ed il futuro aceto dalla polvere, in quanto l'imboccatura della damigiana, che dovrà rimanere a lungo aperta, è piuttosto stretta. A questo punto si dovranno introdurre nella damigiana la madre dell'aceto ed il vino prescelto. Il tutto dovrà essere lasciato riposare per un mese a temperatura ambiente, dopodiché si sarà formato l'aceto. A questo punto l'aceto potrò essere travasato in una bottiglia. E' consigliabile travasarne soltanto una parte, in modo da poter riempire di volta in volta la damigiana con del nuovo vino, così da rinfrescare la madre e da permettere la nuova formazione di aceto.

Come fare in casa l'aceto di mele

L'aceto di mele è una preparazione che permette il recupero dei torsoli di mela, che altrimenti verrebbero scartati e gettati, oltre che di avanzi del frutto stesso. Sono sufficienti due chili di pezzetti e torsoli di mele per poter preparare in casa un ottimo condimento ed allo stesso tempo un rimedio naturale di cui non sottovalutare le svariate possibilità di utilizzo. Per la preparazione casalinga dell'aceto di mele vi occorreranno: 2 kg di torsoli e pezzetti di mela
1 recipiente di vetro con coperchio
Acqua Il procedimento per la preparazione dell'aceto di mele è molto semplice. Sul fondo del contenitore in vetro andranno posizionati i torsoli ed i pezzetti di mela. Il tutto andrà ricoperto con dell'acqua fredda. Dopo aver chiuso il recipiente con un coperchio, esso dovrà essere lasciato riposare a temperatura ambiente. La temperatura ideale per la formazione dell'aceto di mele è attorno ai 25° C. Controllare il vostro contenitore, perché dopo pochi giorni di riposo, sulla superficie del liquido, si formerà una schiuma che dovrà essere eliminata. L'aceto sarà pronto nel momento in cui sprigionerà il proprio aroma caratteristico.

fonte www.greenme.it

10 commenti:

  1. Quanti ricordi! Anni fa stavo un una casa di campagna con l'acetiera in cantina. Io non l'ho mai usato per condire perché non mi piace il gusto, ma era davvero bello avere a disposizione un prodotto dal sapore "di una volta"

    RispondiElimina
  2. Non sapevo che si potesse fare in casa.
    Daniela =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sah che alla fine si puo' fare tutto in casa, basta avere tempo e spazio ;)

      Elimina
  3. Quanto mi piacerebbe farlo in casa, visto che ne uso quantità industriali per le pulizie! Mi manca lo spazio in casa, e ho un po' paura per l'onore, mai tuoi consigli quasi quasi mi hanno convinta. Soprattutto quello di mele sembra facile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... naturalmente ho paura per l'"odore" e non per l'"onore", ci mancherebbe :)
      ma perché l'ipad fa così?

      Elimina
  4. Mio padre lo faceva sempre e lo usava per conservare le verdure. Non me lo ricordavo più!
    Buon fine settimana
    Paola

    RispondiElimina
  5. Buon fine settimana a tutte voi.

    Comunque l'"onore" ops l'odore (ahahhahahah) di aceto in casa, manda via tutti gli altri odori ;)

    RispondiElimina
  6. Molto interessante la ricetta dell' aceto di mele!
    quello di vino preferisco usarlo per le pulizie più che per condire, ma quello di mele è molto delicato: grazie dei preziosi suggerimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando trovo cose interessanti, non le tengo per me, ma le pubblico qua :)

      Elimina
  7. Anche mio padre lo faceva sempre, e penso di riuscire a recuperare la damigiana. Io di aceto ne uso tantissimo!
    Grazie

    RispondiElimina